Ultima modifica: 3 maggio 2018

Debate

Cos’è il dibattito strutturato?

Il dibattito strutturato (debate) consiste in una “gara di dibattito” tra due gruppi di studenti, con tempi di intervento definiti a priori e una giuria che dichiara un vincitore

dal Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF):

“Il Debate è l’arte del parlare in pubblico sostenendo le proprie idee, con competenza e intelligenza, in un confronto attento e rispettoso tra interlocutori che sostengono posizioni contrarie.

I debaters devono essere in grado di portare le argomentazioni adeguate, con regole di tempo e di correttezza, senza pregiudizi e prevaricazioni, nell’ascolto e nel rispetto delle opinione altrui. Per questo il Debate è una scuola di politica, un concreto esercizio di democrazia”.

Gli obiettivi didattici e formativi del debate

– sviluppare il pensiero critico

– affinare le competenze espressive e il public speaking

– utilizzare le forme retoriche più efficaci in vista di  uno scopo

– saper ricercare fonti e documenti valutandone l’affidabilità

– valutare diversi punti di vista su una stessa questione

– collaborare e partecipare con i compagni in modo responsabile e costruttivo

– sapere valutare l’efficacia o i difetti dei discorsi altrui

La scelta dell’argomento

La classe insieme all’insegnante sceglie l’argomento da discutere; se emergono diverse proposte si vota a maggioranza.

I temi devono essere dirimenti, cioè devono permettere di posizionarsi chiaramente a favore o contro, per il Sì o per il No. Non devono quindi essere impostate nella forma Cosa bisognerebbe fare per…?, ma Sei d’accordo con…?.

Ad esempio è adeguato il quesito L’ergastolo va abolito?, mentre non lo è Cosa fare per ridurre il consumo di alcol?

La ricerca del materiale

Gli alunni in modo autonomo cercano materiale sul tema scelto (dati, cenni storici, citazioni pregnanti, opinioni ecc) e i docenti (solitamente di filosofia e di italiano) dedicano da una a tre ore al lavoro in classe di selezione e lettura dei testi.

Assegnazione della tesi da sostenere

La classe viene divisa in due gruppi, a ciascuno dei quali viene assegnato il compito di sostenere la tesi a favore o contro.

Ad esempio il gruppo A dovrà sostenere la tesi “E’ giusto legalizzare le droghe leggere”, mentre il gruppo B quella opposta.

Un aspetto tipico del debate è quella di formare prima i due gruppi e solo in seguito di assegnare il compito, a prescindere dalle opinioni personali dei suoi membri. A differenza del dibattito informale, quindi, ogni gruppo dovrà sostenere la tesi che gli viene assegnata senza un’adesione spontanea.

Valutazione dibattito

TORNEO “EXPONI LE TUE IDEE”2017-18

Altri dibattiti

Vittoria della 3F al torneo regionale di Debate